In Sudafrica con i bambini

Sudafrica con bambiniIl Sudafrica è una meta ottima anche per le famiglie, specialmente per chi ha figli. Infatti, i bambini potranno diventare eroi di un soggiorno caratterizzato dallo spirito d’avventura, dal divertimento, dalla vita immersa nella natura e dal riposo, tutto nella massima sicurezza ed evitando di assumersi oneri di profilassi; insomma, una vacanza sogno per i piccoli, ma non solo.

Panoramica: parte 1

Una volta giunti a Johannesburg, si va verso Tshwane, nei pressi di Pretoria, capitale amministrativa dello Stato. Concedetevi un giro nella città, chiamata anche città giardino e JaracandaCity,visti gli oltre 60 mila alberi di jaracanda che ornano le strade in ottobre, con tanti fiori viola. Un suggestivo panorama si può poi apprezzare nei pressi della sede del Governo, sugli Union Buildings, proprio dove Nelson Mandelaparlò per la prima volta alla sua nazione, una volta divenuto presidente.

Spostandosi a nord-est si lascia l’area urbana e ci si dirige alla Riserva Faunistica Madikwe,che ha un territorio di oltre 75 mila ettari ed è popolato da 10 mila animali di numerose specie differenti; il parco è malaria free, per cui è accessibile in ogni periodo dell’anno.

La rinomata Sun City vi aspetta per una sosta di completo riposo e svago, proponendovi divertimenti come piscine e percorsi acquatici, golf, altri impianti sportivi e casinò.

Ritornando all’aeroporto di Johannesburg, con un volo interno si arriva nell’Eastern Cape, a Port Elizabeth, e prendendo una macchina in un paio di ore si raggiunge il parco Addo Elephant, il cui nome deriva dal fatto che sono presenti moltissimi elefanti, che per abitudine usano abbeverarsi vicino ai lodge. Anche in questo caso non c’è bisogno di svolgere la profilassi contro la malaria.

La Garden Routeinizia vicino alla costa: la prima doverosa sosta è quella presso la Foresta Tsitsikamma,caratterizzata da alberi di yellowooddi 800 anni che sfiorano anche i 50 metri d’altezza. Da questa riserva si inizia uno dei sentieri escursionistici più celebri del Paese: l’Otter Trail.

Superata la foresta, si giunge alla delicata Plettemberg Bay, e si arriva poi a Knysna, movimentata città situata su una suggestiva laguna nota per la pesca di ostriche.

I collegamenti da George per Knysa sono garantiti con un treno a vapore tutti giorni tranne la domenica; il trenino è noto con il nome di Outeniqua Choo-Tjoe, che nel suo tragitto opera anche un pittoresco guado del fiume Kaaimans. Per il giorno successivo si possono organizzare delle visite agli allevamenti di struzzi, che si trovano ad Oudtshoorn, dove potrete provare anche cavalcare gli struzzi stessi!

Panoramica: parte 2

Poco prima di incontrare Città del Capo troverete l’interessante centro di Hermanus, molto noto per essere un ottimo centro di avvistamento di balene, che tra giugno e novembre si riuniscono nella baia per riprodursi. Ad Hermanus, un banditore suona un corno ogni volta che si avvista un cetaceo, per avvertire la gente. Inoltre, è possibile uscire in barca e partecipare alle escursioni per conoscere da più vicino questi bellissimi animali.

La più antica città del Sudafrica è Città del Capo, conosciuta per questo come Mother City, vi aspetta come ultima tappa del viaggio. Luoghi degni di visita sono i giardini botanici Kirstenbosch, la galleria d’arte nazionale, che si trova nei pressi di Company’s Garden, il centro commerciale e la zona di Victoria & Alfred Waterfront, dal cui porticciolo partono i barconi per andare a Robben Isalnd,l’isola conosciuta ai più per aver ospitato per tanti anni la prigionia di Nelson Mandela. Nei sobborghi del Capo, ad un’oretta di auto, vi aspettano i vigneti e i paesi di

commerciale. Dal porto partono i traghetti per Robben Island, l’isola tristemente famosa per aver ospitato Nelson Mandela in molti dei suoi anni di prigionia. Le zone dei vigneti, con le cittadine di  Franschhoek, Paarl e Stellenbosch vi offriranno l’occasione di passare delle giornate serene.

Un favoloso panorama è visibile dal Table Mountain, un altopiano arenario dalla forma di una tavola, posto a 1085 metri e largo circa tra chilometri; prendendo la funivia, in dieci minuti sarete in cima. Senza dubbio, però, la gita più emozionante sarà quella al Capo di Buona Speranza, da molti giustamente soprannominato come il capo più bello del mondo; se passerete per Boluders Beach, poi, farete l’incontro con i pinguini Jackass, ossia i pinguini mulo, così nominati a causa del loro buffo verso. I pinguini, infatti, situano le loro colonie proprio a Boluders Beach, che si trova a sud di Città del Capo, nei pressi di Simon’s Town.

Voli economici per il Sudafrica seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...