Glossario Sudafrica

Glossario sudafricaPrendi il latte con il tuo rooibos? Hai voglia di fare pap con i tuoi wors? Sei abbastanza coraggioso per provare lo skop o il mashonzha? Rinfresca il tuo vocabolario culinario con la nostra rapida lista sui termini gastronomici degli indigeni sudafricani e sul loro significato.

Il Sudafrica è patria di una miriadi di gruppi etnici e razziali, molti dei quali sono comunità di immigrati, e tutti hanno contributo al ricco mix culturale del Paese. Il caleidoscopio che ne risulta - il famoso arcobaleno - è applicabile non solo alla gente, ma anche al cibo, per cui in Sudafrica si trova una delle più straordinarie gamme di cucina.  Il glossario qui sotto elenca i piatti etnici di gruppi particolari, molti dei quali sono stati adottati anche da altri gruppi e non sono più prerogativa del gruppo d’origine.

Da A a M

Achaar Importato in Sudafrica dagli immigrati indiani, l’achaar è un’insalata di mango ed olio, condita di spezie. Mangiata in eccesso, può essere causa di un cattivo odore di ascelle.

Amanqina.  Zoccolo di mucca, maiale o pecora. Viene bollito, poi speziato. È molto buono ma appiccicoso.

Biltong. Carne cruda asciugata e salta simile alla carne secca amerciana. Una più vecchia delicatezza africana può essere fatta con ostriche, bisteccahe, kudu o altri tipi di carni rosse.

Bobotie. Di origine malese, è fatto con carne tritata e curry. Una salsa di uovo viene messa sopra e quindi messa al forno.

Boerewors. Una tradizionale salsa speziata sudafricana di manzo o agnello. Popolare nei barbecue, dove viene grigliata sopra la carbonella.

Chakalaka. Insalata d’origina indiana/malese, fatta con cipolle, aglio, zenzero, pepe verde, carote e cavolfiore condita con peperoncino e curry.

Chotlo. Prelibatezza del popolo Tswana, è una carne disossata tagliata in piccolissimi pezzi. La carne viene innanzitutto bollita, poi tritata per essere messa in pentola e mescolata finchè non diviene molto buona. Un piacere per gli sdentati.

Frikkadel. Polpette tradizionali sudafricane. Fatte con pomodori, cipolle, carne macinata e altri ingredienti, fatte a forma di polpette.

Gherkin. Piccoli cetrioli sott’aceto, spesso fatti finemente a fettine e messi nelle insalate o negli hamburger.

Koeksusters.  Torte di pasta intrecciata, della tradizione Afrikaner. Sono dolci e sciroppose, ma appiccicose.

Mala. Interiora, in genere di pollo. callina, stines, especially those of chicken. Vengono pulite a fondo, cucinate in acqua bollente e poi fritte. Mangite con la pap (vedere sotto).

Maotwana. - Zampe di pollo bollite per togliere la pelle dura, lavete bene, salate e poi fritte, spesso servite alle mense scolastiche perchè costano poco. .

Da M a Z

Mashonzha. - Vermi, simili in apparenza a dei cingoli. Il loro habitat preferito è sugli alberi mopani e tutt’intorno, nell’area delle Lowvend, di Mpumalanga e nella Provincia del Nord. Popolari trai  Shangaans, i Vendas e i Bapedi della Provincia del Nord.

Mogodu. Trippa, ben pulita e bollita per due o tre ore. Una volta ammorbidita, viene rosolata prima di essere servita con la pap (vedi sotto).

Morogo. Spinaci selvatici, i più noti sono thepe; deliziosi se bolliti, ammorbiditi e serviti con il porridge.

Pap. Farina di grano bollita, spesso servita con la sous - una salsa generalmente fatta con pomodori e cipolle.

Rooibos tea. Popolare tè alle erbe sudafricano fatto al Capo dal cespuglio Cyclopia genistoides. Rooibos è una parola africana che significa cespuglio rosso. Il Rooibos non ha caffeina e meno teina del tè.

Samoosa. Una piccola, speziata tortina di forma triangolare molto fritta nell’olio. Preparata dalla comunità indiana e malese, le samoosas sono popolari in tutto il Sudafrica.

Serobe. Un piatto del popolo Tswana. Intestini e polmoni ben lavati e mescolati alla trippa. Vengono tagliati in piccoli pezzi con delle forbici prima di essere speziati per esaltarne il sapore.

Snoek. È un popolare pesce sporito, pesacto nelle coste del Capo e spesso mangiato affumicato. Se siete fortunati, potrete assaggiare il snoek braai - un autentica delizia sudafricana.

Skop. Testa di mucca, pecora o capra. La testa viene prima strofinata con uno strumento affilato come un rasoio per togliere la pelle e le parti non desiderate come le orecchie e il naso, che poi vengono tagliate. La testa viene poi bollita e rosolata. Apprezzata dagli uomini africani.

Ting. Un piatto apprezzato dai Tswanas del Sudafrica e del Botswana. È un porridge agrodolce fatto con il sorgo - un ottimo porridge delicato per la colazione!

Umngqusho. Una prelibatezza degli Xhosa, è una samp (noccioli di granturco) mescolato con i fagioli. Viene bollita più di tre ore e poi mescolato con i fagioli. Vengono aggiunti poi sale e olio e il piatto viene rosolato.

Voli economici per il Sudafrica seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...